ATM Milano: comunicati i nuovi prezzi dei biglietti urbani

Mezzi pubblici — By il 12 agosto 2011 18:23 | 2.481 visite

biglietti atm ATM Milano: comunicati i nuovi prezzi dei biglietti urbaniLa notizia circolava già da un po’ di tempo, l’abbiamo letta sui giornali e su internet ed anche i telegiornali (quantomeno quelli locali) ne hanno parlato: ATM aumenterà il prezzo dei biglietti prolungandone il tempo di validità, ma il risultato è che viaggiare sui mezzi pubblici costerà di più.

Dal 1° settembre infatti entrerà in vigore l’adeguamento delle tariffe urbane, come riportato ufficialmente sul sito dell’Azienda Trasporti Milanesi, lasciando allo stesso tempo invariati gli abbonamenti mensili e annuali.

E così il biglietto singolo passerà dall’attaule € 1,00 a € 1,50, con un tempo di validità che viene però prolungato a 90 minutiil carnet da 10 biglietti costerà € 13,80; il biglietto 4 Viaggi (Bi4) € 6,00; il biglietto giornaliero € 4,50 mentre quello giornaliero serale (dalle 20:00 fino a fine servizio) € 3,00; il biglietto bigiornaliero € 8,25; il settimanale 2 Viaggi X 6 Giorni (da lunedì a sabato/domenica per 2 viaggi giornalieri) € 8,40; l’abbonamento settimanale € 11,30.

I supplementi per il Radiobus saranno portati a € 2,00 per quelli acquistati in rivendita e a € 2,50 per quelli acquistati in vettura (e se non si è in possesso di un documento di viaggio, lo si potrà acquistare in vettura insieme al supplemento al costo di € 4,00). Subiranno poi rincari anche tutti i documenti cumulativi ed in particolare il biglietto giornaliero per Rho Fiera costerà € 7,00, mentre quello Andata/Ritorno € 5,00, entrambi per quanto riguarda i giorni di manifestazioni fieristiche.

I biglietti acquistati prima dell’adeguamento tariffario possono essere utilizzati fino al 30 settembre ed eventualmente dal 1° ottobre sarà possibile richiederne la sostituzione presso tutti gli ATM Point con integrazione dell’importo.

Per tutti i dettagli vi invitiamo comunque a visitare il sito ufficiale di ATM all’indirizzo www.atm-mi.it dove è possibile scaricare un’utilissima brochure informativa in formato pdf, oppure chiamare il numero verde 800.80.81.81, attivo tutti i giorni dalle 7:30 alle 19:30.

E voi cosa ne pensate? Siete tra quelli che ritengono l’aumento necessario e giustificato (dal bilancio comunale e dai tanti anni senza rincari) oppure lo vedete come l’ennesima ingiustizia che non porterà ad un reale miglioramento del servizio di trasporto pubblico? Diteci la vostra opinione!

Tags: , , , , ,

3 Commenti

  1. Marco scrive:

    E’legittimo richiere l’integrazione di biglietti già pagati da tempo?

    Ora con gli aumenti diventerà, in molti casi sarà più conveniente l’automobile. Pensate ai sestesi che pagano per una stazione oltre marelli € 1,90.

  2. Chiapponi Romano scrive:

    Chiedo:
    che razza di prepotenza è chiedere agli utenti di integrare il prezzo dei vecchi biglietti presso gli ATM point ?
    Non pottrebbe essere sufficiente il giornalaio?
    Tenete conto che il corrispettivo è stato anticipato. Per pretendere legalità e buon comportamento bisogna dare anche buon esempio.

  3. Lettighiere scrive:

    Capisco le esigenze di bilancio, ma al momento non mi pare che l’aumento sia accompagnato da un miglioramento dei servizi.

    E’ fondamentale decongestionare alcune arterie che si bloccano regolarmente ogni giorno.

Lascia un commento


Trackbacks