L’Acquario Civico di Milano

acquario-civico

Chi lo paragona all’Acquario di Genova sbaglia. L’Acquario Civico di Milano, realizzato su scala minuscola in confronto al fratello ligure, è da vedere non solo per chi è interessato alla vita acquatica ma anche per l’edificio storico in cui sorge, che compie quest’anno 110 anni di vita. Fu infatti istituito nel 1906,

Esterno

nell’ambito dell’Esposizione Internazionale di Milano, ed è il terzo acquario più antico d’Europa. Ricordate la bella costruzione in stile liberty con la straordinaria testa di ippopotamo dalle fauci di pietra affacciata su una vasca esterna piena di ninfee? Posizionato nell’area del Parco Sempione, tra l’Arena Civica e il Castello Sforzesco, l’Acquario è stato oggetto di un lungo restauro che ha riportato l’esterno all’antico splendore e ha completamente rinnovato gli interni con nuove vasche, offrendo così una dettagliata visione degli ambienti acquatici d’acqua dolce e marini italiani. Il nuovo percorso espositivo racconta la storia dell’acqua, dalle precipitazioni atmosferiche al mare. Gli ambienti ricostruiti sono italiani e mediterranei, d’acqua dolce e acqua salata, a eccezione di una vasca fuori percorso che ripropone la barriera corallina del Mar Rosso come esempio di possibile evoluzione del nostro Mediterraneo. Oltre alle vasche, nelle sale espositive

AC

verranno presentati al visitatore filmati, mostre a tema e percorsi interattivi su diversi argomenti, come l’esposizione fotografica Acqua Sacra – Acqua Profana (fino al 12 giugno), in cui 14  fotografi si confrontano sul tema dell’acqua. Acquario Civico, via Gadio 2, ingresso intero 5 euro, ridotto 3. Ingresso libero ogni giorno durante l’ultima ora di apertura, ogni prima domenica del mese e tutti i martedì a partire dalle 14.00.

Potrebbe piacerti anche

Login

Reimposta password