“Milano città d’acqua” a Palazzo Morando

IMM-COP-800x400

Un tempo Milano era una città d’acqua, ricca di canali e piccole darsene. Basta pensare alle odierne via Senato e via Fatebenefratelli, oggi carreggiate super trafficate, ieri pittoreschi (e pescosi) corsi d’acqua. La storia della città attraverso l’acqua è raccontata oggi dalla mostra fotografica “Milano città d’acqua”, allestita a Palazzo Morando fino al 14 febbraio 2016.

Milano Lavandaia sui navigli
Milano
Lavandaia sui navigli

150 immagini d’epoca, documenti inediti e materiale cartografico per testimoniare la forte presenza d’acqua in città fin dalla sua fondazione: lo stesso nome Milano, stando alle ricerche più recenti, sarebbe riconducibile alla presenza dell’ansa di un fiume. Rinomata sin dai tempi più antichi per la ricchezza e la qualità delle sue acque, dal tardo medioevo Milano diventa la fucina dei migliori ingegneri idraulici d’Europa. Insieme ai canali sorsero molte attività: mulini, concerie, attività produttive che necessitavano del regolare corso d’acqua per potersi sviluppare. Come dimostra l’opera di Leonardo, l’acqua ebbe un ruolo cruciale anche per la difesa militare della città.

Anno 1920 VECCHIA MILANO Nella foto: il ponte di Via San Damiano FARABOLAFOTO ( 787964 )
Il ponte di Via San Damiano nel 1920
FARABOLAFOTO

Il percorso espositivo è corredato da sezioni dedicate a curiosità come la presenza di fonti “miracolose” e il mistero dei battisteri e delle fontane ottagonali, ma anche la storia della Darsena e dell’Idroscalo, l’esperimento dell’uomo scafandro sul Naviglio grande nel Settecento, le ragioni che hanno salvato l’Acquario Civico dalla demolizione e altri aneddoti. C’è davvero da chiedersi se la forte resistenza al progetto Expo delle Vie d’Acqua, poi realizzato solo in minima parte in quanto avrebbe dovuto paradossalmente smantellare ettari di ecosistemi perfettamente funzionanti, non sia dovuta anche all’inconsapevole volontà di preservare quel che resta di un’identità antica, quasi invisibile ma ancora molto sentita. Palazzo Morando, fino al 14 febbraio 2016. Biglietto intero € 10, comprensivo di audioguida, ridotto € 8.

Laghetto di Santo Stefano © Civica raccolta stampe Bertarelli
Laghetto di Santo Stefano © Civica raccolta stampe Bertarelli

 

 

Potrebbe piacerti anche

Login

Reimposta password