In bici lunga la Via d’Acqua Nord

Via d'Acqua Nord

Una settimana fa oltre 700 ciclisti hanno percorso in bicicletta gli 8 chilometri di tragitto che dal canale Villoresi attraversa il Parco delle Groane fino a raggiungere il sito di Expo Milano 2015. E’ la nuova ciclabile che costeggia la Via d’Acqua Nord da Garbagnate Milanese al sito dell’Expo, canale irriguo di 7,3 chilometri che, riconnettendo tratti di rogge e canali esistenti, collega il Canale Villoresi al sito espositivo.

via-dcqua-1Un percorso attraverso il Parco delle Groane, che si snoda tra i campi, lambendo laghetti, boschi e corsi d’acqua e collega il nord-ovest milanese con il sito e la città di Milano. Così come la nuova Darsena, recente protagonista di una affollatissima “Notte delle Lanterne” (che ha deluso molti per via della situazione ingestibile, ma che è una testimonianza del potere dei luoghi belli di attrarre persone in cerca di qualcosa di più di un aperitivo) costituisce uno dei lasciti di Expo Milano 2015 al territorio. Il percorso recentemente inaugurato permette di collegare sei Comuni e un comprensorio di circa 200mila residenti non solo a Expo, ma anche alla Fiera e al sistema di mobilità di Milano.

via-d-acqua-nord-expo-5L’iniziativa ha richiamato una grande partecipazione che testimonia la voglia di milanesi e non di nuovi spazi da percorrere in bicicletta in mezzo alla natura. Ed è anche, finora, una delle realizzazioni riuscite dell’ambizioso progetto delle Vie d’Acqua che, tra problemi tecnici e polemiche su costi gonfiati e imprese corrotte, non sarà concretizzato se non in parte. Un peccato o una fortuna? A giudicare dai lavori di sterro e di deforestazione che erano previsti in territori molto amati e ben funzionanti come il Parco di Trenno e il Parco delle Cave – dove gli scavi avrebbero messo a repentaglio gli storici terreni delle marcite già noti ai tempi di Petrarca – forse la seconda. Ma intanto godiamoci una pedalata in libertà!

images2SPWFVMI

 

Potrebbe piacerti anche

Login

Reimposta password