Uno spinosauro in città

Foto_16_cr_C_Dal_Sasso

Palazzo Dugnani, all’interno dei giardini Indro Montanelli di Porta Venezia, ospita fino al 10 gennaio 2016 un personaggio d’eccezione: lo spinosauro ovvero spinosaurus aegyptiacus, il più grande dinosauro predatore mai esistito. La mostra dedicata, dal titolo “Spinosaurus. Il gigante perduto del Cretaceo”, è incentrata sull’avvincente storia delle ricerche che hanno permesso di ricostruirne l’aspetto: 15 metri di lunghezza, oltre 6 tonnellate di peso e un’imponente vela sul dorso, che ne fanno il primo dinosauro semi-acquatico mai conosciuto.

Foto_10_cr_C_Dal_SassoFondamentale il contributo degli scienziati e dei tecnici italiani nello studio dell’affascinante monstrum naturae. Star assolute della mostra sono il modello in grandezza naturale del dinosauro, riprodotto secondo l’aspetto “in vivo”, e la riproduzione completa dello scheletro lunga 15 metri, ottenuta attraverso la scansione dei fossili e la stampa 3D. Un’apposita sezione mostra l’ambiente in cui viveva il grande predatore, e altri dinosauri suoi contemporanei, come Carcharodontosaurus. Quella di Palazzo Dugnani è l’anteprima europea in assoluto, nonché la seconda tappa del tour mondiale di un’esposizione inaugurata nel settembre 2014 presso il National Geographic Museum di Washington D.C.

Foto_17_cr_C_Dal_Sasso_02L’esposizione fa parte del palinsesto di iniziative di ExpoinCittà rappresenta l’occasione ideale per riaprire al pubblico il prestigioso Palazzo Dugnani, che fu nell’Ottocento la prima sede del Museo di Storia Naturale di Milano. Due edifici molto diversi ed entrambi in qualche modo atipici – basta passare davanti al Museo di Storia Naturale per respirare un’atmosfera quasi romanzesca da film gotico, mentre Palazzo Dugnani, che vanta due dipinti di Tiepolo, racchiude una storia ancora più antica e ci ricorda i tempi in cui la città respirava grazie ai grandi parchi delle ville patrizie.

Potrebbe piacerti anche

Login

Reimposta password