Metti una sera in tram

IMG_4556

Fino a pochi decenni fa non era raro a Milano salire su un tram storico, rigido come una bara e affascinante come un’antica dimora. Oggi i tram di inizio Novecento, lungi dall’andare in pensione, sono stai adibiti a un nuovo servizio: quello dei Tram Storici, per l’appunto, dedicato a chi vuole organizzare un evento diverso dal solito, una festa di laurea, un compleanno o un brindisi particolare lungo e vie più belle di Milano. Il tuffo nel passato è completo: sulle carrozze in questione, esattamente come cento anni fa, non è presente né il riscaldamento, né l’aria condizionata, né bagno o cucina. Ci sono, sì, tre vetture dotate di prese elettriche, nel caso in cui si intenda portare musica a bordo del tram. Due gli itinerari possibili, il primo di tre ore con partenza e rientro dal deposito di Baggio in Piazzale Perrucchetti, il secondo di un’ora e quarantacinque minuti circa con partenza e rientro da Piazza Castello.

Santa Maria delle Grazie
Santa Maria delle Grazie

Sempre che non intervengano cause di forza maggiore inerenti al traffico, il primo percorso tocca la chiesa di Santa Maria delle Grazie, Piazza Castello, l’Arco della Pace, il Cimitero Monumentale, il Duomo, Piazza Fontana, Palazzo di Giustizia, Porta Venezia, Piazza della Repubblica, la Scala, il Duomo, i Navigli e la Darsena. Sono previste due piccole soste di circa 10 minuti ciascuna. C’è poi l’itinerario più breve, con partenza da Piazza Castello, con un’unica sosta di circa 10 minuti. L’ultimo servizio si effettua entro le 22.00. Il noleggio dei Tram Storici prevede la possibilità di utilizzare i catering proposti da ATM, non inclusi nel prezzo, che va dai 300 ai 520 € a seconda delle caratteristiche del tram e del percorso scelto. Fra i Tram Storici c’è anche il TraMito, nato esclusivamente per i bambini, all’interno del quale, oltre a organizzare compleanni o altre ricorrenze, è possibile far conoscere ai più piccini la città in modo divertente ed educativo scegliendo il percorso, personalizzando il tram e completando il tutto con la presenza di animatori a bordo.

Per chi al godimento dell’occhio intende unire anche quello del palato, c’è il tram ristorante ATMosfera, concepito per gustare i principali monumenti di Milano insieme alle sue ricette. Due le carrozze adibite a questo curioso servizio: ATMosfera 1 e 2, due tram storici del tipo “Milano 1928”, comunemente noti come “Ventotto”, ancora oggi in servizio a San Francisco sulla linea F (Castro-Fisherman’s Wharf) in seguito al successo riscosso all’Historic Trolley Festival. Completamente restaurate e trasformate dalle officine ATM in autentici ristoranti dal gusto rétro, le carrozze presentano eleganti panche in legno teak costruite all’inizio del Novecento, rimodellate per creare quattro tavoli da quattro persone per una sala da pranzo da 24 ospiti. Le vetture, a differenza dei Tram Storici, sono climatizzate e dotate di un ingresso posteriore con guardaroba, complete di bagno e cucina.

IMG_4551

Tre i menu a scelta tra carne, pesce e vegetariano, elaborati stagionalmente da chef di comprovata esperienza, con una carta vini che offre la possibilità di provare almeno quattro etichette selezionate, privilegiando la qualità e l’abbinamento con il cibo proposto periodicamente. Il servizio, che parte da Piazza Castello angolo Via Beltrami alle 19.45, è attivo tutto l’anno 7 giorni su 7, solitamente con l’eccezione della prima metà di gennaio. Il prezzo? Ragionevole (e con pagamento anticipato): 70 € a persona indipendentemente dal menu scelto, comprensivo di cena di quattro portate con forfeit di bevande incluso (una bottiglia di vino ogni due persone, acqua minerale e caffè).

 

Potrebbe piacerti anche

Login

Reimposta password